Matteo Grimaldi

Grimaldi_bordo

Tra gli autori rappresentati da Rottermaier, ci fa piacere presentarvi Matteo Grimaldi, scrittore aquilano che sta ultimando la stesura del suo prossimo romanzo. Nessuna anticipazione (per ora), solo la garanzia che anche questo lavoro, come i precedenti, non ci deluderà.

Matteo nasce nel 1981 a L’Aquila. Dopo una prima serie di pubblicazioni (dalla poesia ai racconti) composti prima del 2005, nel 2006 è la volta del suo primo libro Non farmi male, una raccolta di racconti pubblicata da Kimerik Edizioni. Grazie al favore della critica e al passaparola, il libro raggiunge la terza ristampa. L’eco arriva fino a Samuel Ghelli, docente di Italiano presso lo York College of New York che decide di inserire alcuni estratti nella pubblicazione Italian Language and Culture 2008, edizione americana di Barron’s da lui stesso curata. Il terremoto del 2009 a L’Aquila lo porta a Firenze, ospitato da cari amici, dove ultima la stesura di Supermarket24, per il gruppo editoriale Camelozampa, che segna l’esordio di Grimaldi nel romanzo. Nel settembre del 2010 la casa editrice ET/ET lo contatta attraverso il suo blog e gli propone una collaborazione. A fine gennaio 2011 esce Una valigia tutta sbagliata, una raccolta di racconti, cui segue un lungo tour di presentazioni. Nel 2012, su invito di Anna Albano, editor indipendente che lavora per alcune agenzie letterarie, scrive La vita delle cose che amiamo, un racconto pubblicato poi nella collana “Le Perline”, piccoli grani di editoria offerti ai lettori in formato pdf, da prelevare gratuitamente, editati dalla stessa Anna Albano e illustrati da Raffaella Valsecchi.

Matteo oggi è redattore del portale letterario Sololibri.net, per il quale recensisce nuove uscite editoriali e intervista scrittori all’interno della rubrica “4 Chiacchiere contate”. Inoltre, su Radio L’Aquila 1, emittente radiofonica locale, tiene la rubrica settimanale “Ciak si legge!”, dove parla di libri, autori, fiere ed eventi letterari di particolare rilievo nazionale o locale. Tramite il suo blog – MatteoGrimaldi.com – comunica ogni giorno con i suoi lettori che, nel corso degli anni, si sono affezionati alle sue storie e alla sua scrittura.

Rottermaier su TdL

TDL_logo

Tropico del libro non ha bisogno di tante presentazioni: è un progetto indipendente di informazione editoriale per chi lavora nel settore, uno strumento utile per chiunque cerchi notizie, sempre aggiornate, sul mondo che ruota intorno ai libri e un riferimento affidabile nella selezione di annunci di lavoro per l’editoria.

I curatori del portale sono sempre attenti anche alle start up e alle realtà che si propongono come nuove: è per questo che, pochi mesi dopo l’apertura della nostra agenzia, ci hanno contattate per compilare una scheda molto dettagliata sul nostro lavoro e i servizi proposti.

E così, se siete alla ricerca di un’agenzia letteraria e di un service editoriale nuovo di zecca su Tropico del Libro, vi potrà capitare di trovare anche le Rottermaier. Siamo qui!

Rottermaier per Erickson

I nostri servizi editoriali per Erickson.

erickson_coperte

Rottermaier è lieta di annunciare la collaborazione con le Edizioni Erickson.

Le Edizioni Erickson sono un punto di riferimento, per rigore scientifico e innovazione, nel campo della didattica, educazione, psicologia, lavoro sociale e welfare attraverso la produzione di libri, riviste, software didattici, strumenti compensativi e servizi multimediali online.

Attualmente le Edizioni Erickson hanno un ampio catalogo che tocca i temi delle difficoltà di apprendimento, della didattica per il recupero e il sostegno, dell’integrazione delle persone con disabilità, delle problematiche adolescenziali e di quelle sociali.

Rottermaier offre a Erickson i servizi di editing, correzione bozze e revisione di traduzione.

Ultimi volumi lavorati dalle Rottermaier:
Le vie della formazione di F. Frabboni
Il piacere di imparare di B. Hourst
La scelta di M. Cortesi
Bambini disattenti e iperattivi: parent training di C. Vio, M.S. Spagnoletti

Tutto è monnezza di Antonio Castagna

In libreria dal 19 settembre, pubblicato da LiberAria, Tutto è monnezza. La mia dipendenza dai rifiuti di Antonio Castagna, autore rappresentato da Rottermaier – Servizi Letterari.
Un saggio appassionato e personale sul mondo dei rifiuti.

castagna_copertina

Sapete che esistono ben 839 nomi per catalogare i rifiuti?
E che nel nostro Paese ci sono 20 diversi modi, uno per ogni Regione, per calcolare la differenziata?
Siete convinti di conoscere tutti i possibili accorgimenti per una vita realmente ecosostenibile?
A queste e ad altre domande risponde il brillante saggio di Antonio Castagna, che per i rifiuti nutre una vera e propria dipendenza, quasi un’insana passione.
Tutto è monnezza ci conduce, sorridendo, attraverso le parole ‘rifiuti’, ‘riciclo’, ‘riuso’, e prova a riscrivere il significato più profondo di ‘monnezza’.
Una guida alternativa e divertente, ma soprattutto utile a chi voglia ricostruire il proprio catalogo affettivo di azioni (eco)compatibili con una ricerca del vero sé.

Antonio Castagna, siciliano, vive a Torino dal 2006 ed è un formatore manageriale. Si occupa di tutto ciò che ha a che fare con la vita dei gruppi, le relazioni in azienda, i processi collaborativi. Su tutto questo si fa un sacco di domande, ad alcune di queste prova a dare risposta in un blog, www.lavorobenfatto.blogspot.it.
Dal 2007 collabora con la Provincia Autonoma di Trento in attività di ricerca e formazione finalizzate a dar vita ad azioni di riduzione nella produzione dei rifiuti.
È membro di ManaManà (www.manamana.it), associazione che si dedica a progetti che mettono al centro la condivisione (di beni e saperi) e lo scambio.
È tra i fondatori di Polemos (www.polemos.it), associazione che si occupa di studio e ricerca sui conflitti.
Nel 2004 ha pubblicato un libro di racconti, Mappumi, edito da Nicolodi.
Nel 2008 insieme a Giuseppe di Bernardo ha realizzato un documentario dal titolo Teatri interrotti.
Nel 2011, con il fotografo Federico Botta, ha realizzato un reportage dal titolo Il lavoro dei Rom, su un gruppo di rovistatori, pubblicato nel volume Il futuro del mondo passa da qui, Scritturapura.